Caricamento ...
Caldaie Faci
Caldaie Faci
Faqs banner3

Richiedi la newsletter gratuita Faci.


Technical Assistance
FACI |  Il policombustibile |  Prodotti  |  Qualita' e certificazione  |  Gallery  |  Area Download  |  Eventi e News  |  Contatti
CSA GROUP

La nuova etica del rendimento e del risparmio

Il Biocombustibile e il Policombustibile

I sistemi di riscaldamento che utilizzano biocombustibile rappresentano una grande novità nel campo del termoriscaldamento. Le caldaie alimentate con policombustibile possono utilizzare come materiale le più svariate Biomasse Legnose e Vegetali provenienti da scarti e residui della lavorazione del legno e del settore agroalimentare. L’alto rendimento e il risparmio rendono la caldaia a biomassa un prodotto conveniente ed efficiente allo stesso tempo creando un binomio tra qualità e costo. Tra i combustibili più utilizzati per alimentare le caldaie a biomassa, sicuramente il pellet, prodotto dalla pressatura e trafilatura degli scarti dell'industria del legno, e il cippato, legno sminuzzato mediante macchine cippatrici, sono molto utilizzati. Oltre a questi, la sansa, il mais, gusci e semi legnosi di vari frutti possono essere utilizzati come combustibile. Le caldaie a pellet di nuova generazione sono dotate di sistemi di regolazione elettronici che garantiscono una elevata facilità di utilizzo e che consentendo anche un controllo delle varie funzioni a distanza, inoltre non richiedono grandi interventi di pulizia e manutenzione. In generale, esistono diversi tipi di caldaie: quelle alimentate esclusivamente a pellet, quelle combinate a legna e pellet e quelle alimentate con tutti i combustibili triti ovvero le caldaie policombustibili, che quindi funzionano utilizzando biomasse di vario tipo. Tutte comunque sono dotate di serbatoio per lo stoccaggio del combustibile, che può essere di diverse dimensioni e che quindi garantisce un'ampia autonomia in base alle esigenze soggettive del cliente Le caldaie a pellet o policombustibili sono facilmente integrabili negli impianti di riscaldamento già esistenti e producono acqua calda per usi sanitari che può essere accumulata in boiler per garantirne la disponibilità in maniera costante.

>> Faq

Pellets

PELLET
Il pellet di legno è la biomassa più utilizzata come fonte di energia rinnovabile. Ha un alto potere calorifico, un basso residuo di ceneri ed è più economico dei combustibili fossili tradizionali (gas, metano,…).

Cippato

CIPPATO
Il cippato, ovvero il “legno sminuzzato” dalla lunghezza variabile, ha un potere calorifico strettamente connesso all’umidità e alla specie legnosa. E’ molto utilizzato come biocombustibile e garantisce un alto risparmio energetico.


sansa di olive

SANSA DI OLIVE
La sansa di olive è un biocombustibile derivante dal processo di estrazione dell’olio di oliva ed è composto dai residui e dai frammenti di nocciolino. Il nocciolino puro ha un elevato potere calorico ed è di facile impiego come combustibile per riscaldamento.

gusci di mandorle

GUSCI DI MANDORLE
I gusci di mardorla, così come altri scarti dell’industria alimentare ad esempio gusci di noce e di cocco, possono essere utilizzati come fonti energetiche rinnovabili, quindi come combustibili nelle caldaie a biomassa.



Tipologie di installazione

Stoccaggio con sacchi

Stoccaggio con sacchi

Stoccaggio con silos supplementare

Stoccaggio con silos supplementare

Coclea di trasmissione tra stoccaggio di silo e caldaia

Coclea di trasmissione tra stoccaggio di silo e caldaia

Stoccaggio diretto con coclea di trasmissione

Stoccaggio diretto con coclea di trasmissione



home |  mappa del sito |  dove siamo
Faci Fabbrica Caldaie Di Matricciani Vincenzo & C.Sas | P.IVA: 01826460691
www.facicaldaie.com
Copyright 2010 www.facicaldaie.com Tutti i diritti riservati.
Sviluppo e supporto tecnico: Zetaweb ADV